La fabbrica blu

La fabbrica blu

Sinossi

All’inizio degli anni ’90 l’imprenditore Romano Artioli decide di far rivivere il mitico marchio automobilistico Bugatti con l’obiettivo di realizzare la più prestigiosa e tecnologica supercar dell’epoca. Chiama a raccolta un team eccezionale di tecnici e ingegneri e concepisce una nuova avveniristica fabbrica alle porte di Modena, la patria dei motori.
L’avventura parte sotto i migliori auspici e la nuova vettura viene presentata in pompa magna a Parigi nel 1991. Nella fabbrica lavorano 200 dipendenti entusiasti ed orgogliosi di questa iniziativa pionieristica che non ha paragoni nella storia dell’automobilismo. Contemporaneamente si moltiplicano le presentazioni in giro per il mondo e la vulcanica creatività di Artioli spazia a tutto campo, dalle linee di abbigliamento alle collaborazioni con i migliori fornitori del tempo. Ma poco dopo la presentazione del secondo modello, una berlina quattro porte disegnata da Giugiaro, che avrebbe dovuto consacrare l’eccellenza del marchio, una serie di eventi a catena portano rapidamente l’azienda al fallimento.
Dopo 25 anni la fabbrica è ancora lì, intatta e addormentata come il giorno dopo la sua chiusura, e si lascia ammirare dall’autostrada come un simbolo del coraggio, dell’utopia e della passione degli uomini di questa terra. I dipendenti, ancora oggi stregati da quella breve ma intensa esperienza, ci raccontano un’età dell’oro dissoltasi troppo in fretta.
Grazie al prezioso materiale d’archivio, sia foto che video, possiamo rivivere un’avventura dai contorni epici e misteriosi che affascina ancora oggi per la sua idea di lavoro, inteso come eccellenza, entusiasmo e passione.

Trailer

Scheda Tecnica

Genere: società italiana – storia di un mito industriale
Durata: 74′
Anno: 2016
Formato: HD
Regia: Davide Maffei
Fotografia: Davide Maffei
Musiche: Alessandro Barbieri
Montaggio: Alessandro Barbieri
Produzione: Gilson Productions, Imago Orbis

Presentato a Modena Motor Gallery e Modena Via Emilia Doc Fest 2016. 

Galleria Fotografica

Visita il sito dedicato