Dio d’Acqua

Dio d’Acqua

Sinossi

Un disastro ecologico evitato per un soffio, anche grazie all’impegno di un vescovo di origine friulana andato a gestire la diocesi dell’Aysèn, regione estrema della Patagonia cilena.
Conseguenze estreme della globalizzazione. L’acqua degli immensi ghiacciai della Patagonia cilena è di proprietà di Enel, che voleva costruire 5 dighe immense per incanalare l’acqua dei grandi fiumi e produrre energia elettrica da inviare al nord del paese tramite un mostruoso elettrodotto di 1.600 km. La ribellione popolare al progetto è guidata da un vescovo, Mons. De la Mora, friulano della diocesi dell’Aysèn, la regione direttamente coinvolta. Il vescovo parla della sua vita e della sua visione di “attività pastorale” in rapporto allo scontro fra grande finanza, etica, libertà e rispetto per il Creato. Un precursore del pensiero e dell’azione di Papa Francesco.

Trailer

Scheda Tecnica

Genere: reportage tra religione e politica economica
Durata: 26′
Anno: 2013
Formato: HD
Soggetto, sceneggiatura e regia: Mario Chemello
Fotografia: Mario Chemello
Suono: Mario Chemello
Montaggio: Mario Chemello
Musiche: Marco Schiavoni
Produzione: Imago Orbis

Presentato in anteprima al Festival del Cinema Latinoamericano di Trieste.

Galleria Fotografica